La filiera globale dei prodotti ittici: sostegno alla trasparenza

Argomenti convincenti per la trasparenza nella catena di approvvigionamento globale dei frutti di mare

Argomenti convincenti per la trasparenza nella catena di approvvigionamento globale dei frutti di mare

Questa è l'ultima puntata della nostra trilogia globale sulla trasparenza della catena di approvvigionamento di pesce. Grazie per aver letto!

Se leggi il nostro prima di tutto ed secondo blog sulla trasparenza nella catena di approvvigionamento globale dei prodotti ittici, probabilmente senti che il settore dei prodotti ittici ha bisogno di cambiare tono. Certo, l'industria ha pensato che i leader stiano rivalutando il modo in cui fanno affari e hanno preso alcune misure iniziali per rendere la trasparenza la norma - questo è ciò che fanno i leader - ma i cambiamenti diffusi devono ancora arrivare.

La filiera del pesce rimane opaca e complessa. Ci sono innumerevoli opportunità per i prodotti di essere compromessi mentre cambiano più e più volte nel loro viaggio globale "dal fermo al piatto". Le popolazioni ittiche continuano ad essere esaurite. I partner commerciali non si fidano sempre l'uno dell'altro e certamente non sempre amano condividere i propri dati (se ne hanno affatto). E le persone continuano ad essere sfruttate e maltrattate su terra e mare.

Diamo un'occhiata ad alcuni dei problemi più urgenti che il settore deve affrontare e in che modo la trasparenza può aiutare a risolverli.

Lo spettro della schiavitù

Sì, schiavitù.

In un post di blog del 2014, Human Trafficking Search, un'organizzazione internazionale che cerca di sensibilizzare e aiutare a prevenire ed eliminare la tratta di esseri umani in tutto il mondo, ha scritto:Non è una nuova rivelazione che la schiavitù affligge il sistema alimentare globale. "

Quindi, sei anni fa, la schiavitù "non era una nuova rivelazione". Purtroppo, i titoli più recenti confermano che la filiera globale del pesce non ha affrontato questo problema:

Se mai c'è stata un'argomentazione per il cambiamento nella catena di approvvigionamento globale del pesce, questo è tutto. La trasparenza combatterà la schiavitù facendo luce su chi sta pescando, chi lavora e trasporta i frutti di mare, ecc. Siamo tutti presenti.

Pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata (INN)

La pesca UII comprende la pesca durante i periodi di riproduzione fuori stagione, la cattura e la vendita di stock ittici non gestiti e la vendita di pesci catturati da schiavi. Minaccia la stabilità degli ecosistemi ittici in ogni specchio d'acqua in cui si trova.

Secondo il Food and Agriculture Organization delle Nazioni Unite (FAO), la pesca INN “rimane una delle maggiori minacce agli ecosistemi marini grazie alla sua potente capacità di minare gli sforzi nazionali e regionali per gestire la pesca in modo sostenibile e gli sforzi per conservare la biodiversità marina.”

Inoltre, la FAO riferisce che la pesca INN costa fino a 26 milioni di tonnellate di frutti di mare all'anno, valutati tra i 10-23 miliardi di dollari. Sfrutta i governi corrotti e sfrutta i sistemi di gestione deboli. In alcuni paesi, è stato collegato alla criminalità organizzata. Esaurisce le risorse, il che può causare il collasso della pesca locale. Minaccia i mezzi di sussistenza, intensifica la povertà e aumenta l'insicurezza alimentare.

La trasparenza aiuta a mitigare la pesca UII perché consente a acquirenti e grossisti di garantire la provenienza del loro prodotto. Aiuterà a restringere i mercati per i pesci di provenienza illegale, poiché un numero maggiore di partner commerciali - e consumatori - richiederà dati che dimostrano che i frutti di mare provengono da una fonte legale e regolamentata ed è stato segnalato alle agenzie governative competenti.

Frode alimentare

La frode alimentare è la pratica illegale di sostituire un alimento con un altro. È molto pericoloso e succede in tutto il mondo, di solito quando l'offerta per una merce oscilla. Per far sì che un prodotto richiesto venga trasmesso ai clienti, i pescatori e i ristoratori possono sentire la pressione di commettere frodi sui frutti di mare, sostituendo una specie con un'altra.

Studi di Oceana, che lavora per proteggere e ripristinare gli oceani della Terra, illustra quanto sia diffusa la frode alimentare. Ad esempio, tra marzo e agosto 2018:

    • Il 449% dei XNUMX ricercatori Oceana su pesci testati era etichettato erroneamente.
    • Un terzo degli stabilimenti ha venduto frutti di mare senza etichetta.
    • L'etichettatura errata è stata riscontrata nel 26 percento dei ristoranti, nel 24 percento dei piccoli mercati e nel 12 percento dei grandi negozi di generi alimentari.
    • La spigola e lo snapper erano etichettati di più.

La trasparenza combatte le frodi alimentari ritenendo tutti i nodi della catena di approvvigionamento dei frutti di mare responsabili di ciò che vendono. In parole povere, con trasparenza, non c'è nessun posto per gli attori senza scrupoli da nascondere.

Salute dei consumatori e sicurezza alimentare

Senza una catena di approvvigionamento trasparente, è difficile salvaguardare la salute dei consumatori e la sicurezza alimentare. Immagina come sarebbe un'epidemia diffusa di origine alimentare e i conseguenti richiami senza trasparenza e tracciabilità della catena di approvvigionamento.

Come per i problemi di cui abbiamo discusso in precedenza, l'industria ittica non fa pienamente parte della soluzione per la salute dei consumatori e la sicurezza alimentare. La frode alimentare (sostituzione delle specie) continua a far ammalare le persone e causare la morte. I frutti di mare mal gestiti continuano a portare livelli elevati di istamina, mettendo a rischio la salute di milioni di persone.

Le persone vogliono presumere che stiano mangiando cibo sicuro e autentico. La trasparenza non solo darà ai consumatori tranquillità, ma farà molto per costruire - o ricostruire - il loro senso di fiducia nel settore ittico. In ogni aspetto, la trasparenza è vantaggiosa per tutti.

Considerazioni finali sulla trasparenza nella catena di approvvigionamento globale dei frutti di mare

Per concludere la nostra trilogia sulla trasparenza, vogliamo che l'industria ittica sappia che la trasparenza della catena di approvvigionamento è a portata di mano e che non deve essere dolorosa.

Perdona il gioco di parole, ma il mondo è l'ostrica del settore: l'aiuto è disponibile tutto intorno a te. Governo e iniziative globali come il GDST vuoi lavorare con te per diventare più sostenibile, rispettoso dell'ambiente ed etico. Anche i consumatori sono pronti ad aiutare; se crei trasparenza nella tua catena di approvvigionamento, arriveranno.

E rfxcel è anche con te, qui per rispondere alle tue domande sul raggiungimento della trasparenza nella tua catena di approvvigionamento. Vogliamo che tu sappia che hai tre opzioni che chiamiamo "Mantieni, Sostituisci, Fornisci":

    • mantenere il tuo sistema attuale, ma integralo con nuove soluzioni.
    • sostituire sistemi obsoleti con soluzioni meno complicate che, a lungo termine, fanno di più con meno soldi.
    • Cerca in rfxcel fornire un nuovo sistema di filiera che colma tutte le lacune e ti offre la massima trasparenza.

Dai un'occhiata alla nostra firma Sistema di tracciabilità rfxcel (rTS), la soluzione di tracciabilità delle materie prime e dei prodotti finiti più completa e flessibile per l'industria. Dai un'occhiata al nostro app rfxcel MobileTraceability, che può tracciare qualsiasi lotto, movimento e gestore in qualsiasi posizione, mettendo a portata di mano la potenza di una catena di approvvigionamento digitale. E il nostro rfxcel Integrated Monitoring (rIM) La soluzione consente agli attori della catena di fornitura di vedere i loro prodotti in tempo reale e di estrarre ricchi dati a livello di unità su oltre una dozzina di condizioni ambientali.

Ulteriori informazioni su queste e altre nostre soluzioni per F&B qui ed CONTATTACI per iniziare una conversazione sulla trasparenza nella catena di approvvigionamento.

Connettiti con i nostri esperti amichevoli per aiutarti a rispondere alle tue domande

Articoli Correlati